Yoga correttivo: postura e lettura corporea

 

Il corpo può assumere una grande quantità di posizioni attraverso contrazioni e decontrazioni muscolari dei vari settori corporei e in condizioni ideali lo fà con il minimo dispendio di energia.

Il sistema nervoso tiene sotto controllo volontario e involontario tutto il sistema di leve che presiede ai meccanismi del movimento. Lo stato posturale è il risultato di eventi ereditari, ambientali e sociali.

Se i segmenti muscolo-articolari si rapportano fra di loro in modo equo e bilanciato, avremo un corpo che esprime armonia e che mostra di essere privo di tensioni muscolari anomale.

In presenza di tensioni o blocchi muscolari, il corpo, nel tentativo inconscio-istintivo di superare la situazione di blocco, (posizione antalgica) mette in moto dei muscoli in stato anomalo che creano un circolo vizioso e che dà come risultato finale affaticamento e dolore.

Il sistema nervoso tiene sotto controllo volontario e involontario tutto il sistema di leve che presiede ai meccanismi del movimento.

Lo stato posturale è il risultato di eventi ereditari, ambientali e sociali.

Se i segmenti muscolo-articolari si rapportano fra di loro in modo equo e bilanciato, avremo un corpo che esprime armonia e che mostra di essere privo di tensioni muscolari anomale.

In presenza di tensioni o blocchi muscolari, il corpo, nel tentativo inconscio-istintivo di superare la situazione di blocco, (posizione antalgica) mette in moto dei muscoli in stato anomalo che creano un circolo vizioso e che dà come risultato finale affaticamento e dolore.

Blocco Primitivo
Sede di compenso
C1
C6
C2
C7
C3
T1-T5
T6
C6-C2-L2-L3-L5
T5
C7-C6
__L5
L3-L2-L1
Ogni singola zona corporea lavora in congiunzione con altre zone e le vertebre ne sono un tipico esempio.
C1
in rapporto con
L5
C2
<-->
L4
C3
<-->
L3
C4
<-->
L2
C5
<-->
L1
C6
<-->
T12
C7
<-->
T11

_

Le tensioni si sviluppano nel corpo attraverso meccanismi molto complessi.

Per facilitare la comprensione ricorriamo ad un semplice schema nel quale il corpo riesce ad esprimere la sua armonia solo quando i punti considerati sono bene equilibrati rispetto al fulcro situato in seconda-terza  lombare.

Le tensioni si sviluppano nel corpo attraverso meccanismi molto complessi.

Per facilitare la comprensione ricorriamo ad un semplice schema nel quale il corpo riesce ad esprimere la sua armonia solo quando i punti considerati sono bene equilibrati rispetto al fulcro situato in seconda- terza  lombare.

1 - spalla dx
2 - spalla sx.            
3 - trocantere sx.     
4 - trocantere dx.
A - Testa
B – Fulcro
C - Diagonali
Quando il corpo é in equilibrio posturale i punti 1-2-3-4 sono bilanciati come segue:
  • I punti 1 e 2 sono sullo stesso asse (spalle)
  • I punti 3 e 4 sono sullo stesso asse e paralleli a 1 e 2
  • Il punto 1 é in asse verticale con il punto 3
  • Il punto 2 é in asse verticale con il punto 4
  • I punti 1-2-3-4 quando sono bilanciati si incrociano nel punto B.

Quando il corpo non é in equilibrio, si verificano condizioni di squilibrio che lo influenzano negativamente.

Superata la fase di studio della postura, ed interpretato il suo linguaggio, é necessario impostare un programma personalizzato, utilizzando delle tecniche specifiche che hanno lo scopo di riequilibrare le situazioni anomale generali.

L'importanza della lettura corporea sta nel fatto che essa ci offre una mappa per ogni area critica dell'individuo.

Avendo individuato le aree che sono contratte e in tensione è possibile cercare di liberare, con trattamenti specifici secondo le zone corporee e il tipo di tensione, il blocco muscolare.

Cenni introduttivi di lettura corporea

 

Zone corporee in blocco tensionale

Cause possibili

Piede

Piede rivolto interno

Psoas

Piede rivolto esterno

Adduttori coscia, semitendinoso, peroniero, gracile, psoas.

Gambe

Gambe arcuate in fuori

Adduttori coscia, fascia lata, gluteo medio.

Gambe arcuate in dentro

Gracile, sartorio.

Pelvi

Pelvi inclinato indietro

Muscoli addominali, pisiforme, psoas.

Pelvi inclinato in avanti

Sacrospinale, psoas.

Torsione del bacino

Psoas, fascia lata, sartorio, muscoli addominali.

Anche non allo stesso livello

Psoas, adduttori coscia, gluteo medio.

Testa

Spalle non allo stesso livello

Grande dorsale, muscolo collo, gluteo medio, trapezio superiore, deltoidi.

Testa inclinata da un lato

Romboide, sacrospinale, gluteo medio, trapezio superiore.

I blocchi tensionali localizzati nelle varie zone corporee possono derivare da un ampio ventaglio di cause possibili.

E' bene tenere presenti altre coppie di muscoli che mantengono relazioni riflesse.

Sacrospinale

Opposto

Addominali

Bicipite

Tricipite braccio

Pettorali

Trapezio

Romboidi

Deltoidi

Flessori collo

Estensori collo

Gluteo medio

Adduttori coscia

Fascia lata

Adduttori coscia

Trapezio superiore Dx

Trapezio superiore Sx

Semitendinoso

Quadricipite femore

 

 

Un muscolo può essere teso per compensare la debolezza dei muscoli opposti. Se la debolezza e la tensione corrispondenti durano da molto tempo i muscoli contratti si accorciano.

 

Piedi: piccoli e cedevoli con arcata rigida e alta significa un carattere influenzabile.

 

Ginocchia: le ginocchia rigide sono segno di difesa con tendenza alla chiusura dentro la propria realtà, nonché alla paura di cedere o cadere.

 

Pelvi: pelvi inclinati verso l'alto significa una diminuzione della forza, che fluisce verso le gambe, conduce a frequenti lesioni alle gambe, a disfunzioni sessuali, a irritazione della vescica, a tensioni addominali.

 

Pelvi: Pelvi inclinati verso il basso, le gambe molto sviluppate esprimono un profondo bisogno di sicurezza, e ira trattenuta. Questa postura si accompagna spesso a disturbi emorroidali, stress, asma, bronchiti.

 

Glutei: è la regione dove si concentrano le situazioni spiacevoli della vita:

Natiche tese: significa rimanere aggrappati con forza a tutte le condizioni della vita, anche se negative.
Natiche contratte
: rivelano una tensione dei muscoli del diaframma pelvico e significa avere difficoltà nel crearsi un ambiente favorevole.
Bacino stretto
: immaturità, mancanza di sviluppo sessuale.
Bacino largo
: soggetto molto protettivo, con cosce molli.

 

Spalle:

Curve e arrotondate: soggetto con forte sensazione di potere, che sente una responsabilità maggiore di quanto sia in grado di sopportare.
Spalle rialzate
: atteggiamento di paura.
Spalle quadrate
: irradiano potenza e sicurezza.
Spalle in avanti
: sembrano curvarsi verso la parte anteriore del corpo con atteggiamento cronico di protezione e paura di soffrire.
Spalle arretrate indietro
: sembra che l'individuo si costringa a non perdere la calma, togliendo stabilità alla propria posizione nella vita.
Spalle strette
: carente capacità di guidare la propria vita.

 

Torace:

Respiro corto : il soggetto trattiene i sentimenti in aumento.
Torace sovraespanso
: paura di intenerirsi troppo, di abbassare le proprie difese.
Torace infossato
: rivela mancanza di vitalità, respiro  corto, paura di vivere le emozioni.

 

Asimmetria.
Asimmetria del corpo con esuberanza ponderale della parte superiore o inferiore