Reiki: I corpi dell'aura


Un individuo è composto da un corpo fisico e da un aura di corpi sottili. Il corpo fisico è composto da una materia densissima e da vibrazioni assai lente, mentre il corpo spirituale è formato da energia sottile e da vibrazioni velocissime. I quattro corpi si compenetrano l'un l'altro sino a formare un campo di energia sottile.
AAOltre all'anatomia fisica, esiste un'anatomia "sottile" o psichica, normalmente invisibile. Questa anatomia sottile comprende l'aura che circonda il corpo fisico e i maggiori centri di energia psichica, o vitale, conosciuti come chakra. L'aura viene generalmente descritta come una forma ovoidale di emanazioni luminose e colorate che penetrano e circolano attorno al corpo fisico. Essa è costantemente in movimento, reagendo agli stimoli ambientali, al pensiero, alle sensazioni e al benessere fisico. L'aura che significa letteralmente "brezza", risulta essere a coloro che la vedono, composta da strati scintillanti che si muovono come se fossero effettivamente mossi dal vento. Nell'aura si riconoscono sette chakra principali, che trasmettono l'energia vitale.
Il campo conosciuto come aura è composto da tre strati: eterico, astrale, spirituale o causale. Il corpo eterico è staccato di circa due o tre centimetri dal corpo fisico; la sua funzione principale consiste nel ricevere e trasmettere l'energia vitale, la forza vitale conosciuta come "prana" in sanscrito, "tchi" in cinese e "ki" in giapponese. Il corpo astrale si estende fino a circa trenta centimetri dal corpo; è legato allo stato emotivo di un individuo e agli schemi di pensiero. E' mediante questo "corpo" che avvertiamo l'umore o le "vibrazioni" delle altre persone. Un pensiero negativo, emozioni irrisolte possono filtrare attraverso questa parte dell'aura e arrivare al corpo eterico e a livello fisico, manifestandosi come malattia. La parte più esterna dell'aura, la parte più sottile, quella spirituale o causale, può anche estendersi per parecchi metri o chilometri, a seconda dell'evoluzione spirituale dell'individuo.